Venerdi, 25 luglio 2014 - ORE:03:32

Arrestato a Giugliano esponente clan Mallardo

Arrestato a Giugliano in Campania Giuliano Amicone detto “Giulianello 'o sicc’”, esponente di spicco del clan Mallardo. L’individuo era ben noto agli inquirenti per l’accusa associazione mafiosa ed estorsioni. Ottimo colpo per il Nucleo investigativo di Castello di Cisterna.

Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 1 minute, 23 seconds
Il 12 febbraio 2013 alle 11:56

arresto carabinieri  Arrestato a Giugliano esponente clan Mallardo

Era latitante da un anno

Erano quasi dodici i mesi in cui Giuliano Amicone, detto “Giulianello ‘o sicc´”, 51 anni, esponente del clan Mallardo, era sfuggito alle indagini delle forze dell´ordine ma, nel corso di questa mattinata, a Giugliano in Campania, i carabinieri del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna l´hanno individuato e arrestato.
L’individuo era ben noto agli inquirenti per l’accusa associazione mafiosa ed estorsioni. All´uomo, i militari dell´Arma hanno comunicato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per associazione di tipo mafioso poiché ritenuto elemento di spicco e organizzatore del clan camorristico dei Mallardo.

Ad Amicone, inoltre, è arrivata anche l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per una serie di estorsioni ai danni di imprenditori edili.

I carabinieri sono entrati in azione entrando in un appartamento al terzo piano in via Sacro Cuore a Giugliano dove si era nascosto. Amicone era insieme alla proprietaria della casa, una 38enne del luogo, cassiera in un supermercato di Giugliano, che gli aveva offerto ospitalità ed è stata arrestata per favoreggiamento personale.

Al momento dell´irruzione, Giuliano Amicone non ha opposto alcuna resistenza lasciando che i militi gli mettessero le manette.

Ottima notizia per gli abitanti del quartiere alla periferia di Napoli. Il clan Mallardo, attivo in quella zona, da troppo tempo risultava “indisturbato”.

L’arresto di “Giulianello ‘o sicc’”, oltre che assicurare alla giustizia un pericoloso criminale, ha la funzione di offrire ai giuglianesi la sensazione che lo Stato, anche in profonda periferia, è ancora presente.

Non ci rimane che attendere nuove interessanti notizie dal nucleo antimafia.

Scrivi la tua opinione