Lunedi, 11 dicembre 2017 - ORE:08:35

Auto in fuga si scontra con un bus, morto un romano di 42 anni


Smartwatch free

Sabato 18 febbraio nei pressi della periferia di Roma, è avvenuto l’ennesimo incidente stradale. Stavolta è accaduto a Vitinia, un quartiere periferico di Roma. Un romano di 42 anni, di cui ancora non si conoscono le generalità,  a bordo della sua vettura si è scontrato nel pomeriggio di ieri con un autobus dell’Atac, appartenente alla linea 13. Da accertamenti più profondi risulta che l’uomo sia morto, non tanto per il forte impatto con l’autobus, bensì per la pressione delle lamiere della macchina, che lo hanno imprigionato e portato alla morte pochi istanti dopo l’incidente.

Il fatto risulta curioso per due ragioni: La prima perchè l’uomo non si sarebbe fermato all’alt imposto da un posto di blocco dei carabinieri. La seconda poichè sempre la vittima non si sarebbe fatta scrupoli ad effettuare un sorpasso azzardato. Infatti  testimoni affermano, che l’incidente sia avvenuto nel tentativo di superare una fiat panda. L’uomo a bordo della  sua vettura, una fiat bravo, non avrebbe avuto scampo visto l’imminente scontro con l’autobus di linea.

Non è il primo caso in cui un uomo, per evitare multe o sanzioni dalla polizia o carabinieri si da alla fuga, sperando di poter risolvere tutto. Le misure di sicurezza stradale in Italia ancora non risultano abbastanza efficenti. Infatti attualmente gli incidenti stradali sono un problema legato alla salute pubblica ancora troppo trascurato. Per l’Oms questi incidenti risultano essere la nona causa di morte nel mondo tra ragazzi di età compresa tra i 15 e i 19 anni, mentre la seconda causa di morte per i giovani di età compresa tra i 10 e i 14 e tra i 20 e i 24 anni.

In particolare in Italia, sebbene l’allarme maggiore siano gli incidenti causati da veicoli a due ruote, le percentuali di incidenti che includono anche i veicoli a quattro ruote sono impressionanti: Si parla di 211.404 incidenti stradali, che hanno causato oltre 300 mila infortuni e più di 4 mila decessi soltanto nel 2010, secondo rapporto Istat-Aci 2011 relativo agli incidenti stradali avvenuti in Italia nel 2010.

La sicurezza stradale è una caratteristica fondamentale per la tutela della sicurezza dei cittadini, ma l’Italia risulta tutt’ora ancora all’undicesimo posto nella graduatoria europea per diminuizione di morti e feriti sulle strade.

Carmelo Lentino, portavoce di “BastaUnAttimo”, la campagna nazionale per la sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera, afferma:
«Tra ieri ed oggi abbiamo registrato la morte di tre persone, un ventenne e 2 trentenni in un incidente stradale avvenuto a Ponte di Piave a Treviso dove l’auto dei giovani si è scontrata con un camion. Un’altra tragedia è avvenuta la notte scorsa quando due ragazzi bergamaschi di 19 anni sono morti in un incidente stradale avvenuto lungo la strada provinciale 671. Fatti che non possono passare nel più completo silenzio».



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 0 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.