Domenica, 19 novembre 2017 - ORE:07:44

Delitto di Perugia, arrestati l’ex fidanzato di Julia Tosti e il padre


delitto di perugia

Smartwatch free

PERUGIA – Due arresti sono stati eseguiti dalla polizia per l’omicidio di Alessandro Polizzi e il ferimento della fidanzata Julia Tosti. Bloccati l’ex fidanzato della giovane Valerio Menenti e il padre di quest’ultimo Riccardo. A carico di Riccardo e Valerio Menenti la squadra mobile della questura di Perugia ha eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere. I due – si legge in una nota della procura perugina – sono «gravemente indiziati del reato di omicidio in danno di Alessandro Polizzi e tentato omicidio in danno di Julia Tosti».

Riccardo Menenti è stato l’esecutore materiale

Secondo le accuse del gip, Riccardo Menenti, 54 anni, sarebbe stato l’esecutore materiale dell’omicidio, mentre il figlio Valerio Menenti, 26 anni, è invece considerato il mandante. Nei capi d’imputazione indicati nell’ordinanza viene contestata la premeditazione e la crudeltà verso le persone. Ai due viene tra l’altro contestato di avere «infierito» su Polizzi e sulla Tosti colpendoli con numerosi colpi alla testa con uno svitabulloni. Dopo che un unico colpo di pistola Beretta modello 1934 aveva ferito mortalmente a un fianco il giovane e ferito al braccio destro la sua fidanzata.

In più occasioni Valerio Menenti è stato picchiato da Polizzi

Nei capi d’accusa si sostiene che Valerio Menenti era stato picchiato in più occasioni da Polizzi perché a sua volta aveva picchiato la Tosti, ex fidanzata dell’arrestato e in seguito compagna della vittima.
L’avvocato Luca Maori, legale della Tosti, le ha comunicato la notizia. «È una liberazione dal terrore in cui vivo» ha detto Tosti al suo avvocato.

In lacrime anche i suoi familiari, che proprio oggi hanno fatto installare un portone blindato alla casa dove abitano. «Per paura di essere nuovamente colpiti» ha spiegato l’avvocato Maori. Il legale ha espresso apprezzamento per il lavoro di magistratura e polizia. «Non possiamo ancora dire con assoluta certezza – ha sostenuto – che siano loro i responsabili dell’omicidio. Rilevo però che gli inquirenti hanno atteso prima di prendere qualsiasi provvedimento. Non è stata applicata repentinamente la misura cautelare ma sono stati approfonditi tutti gli elementi».



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 23 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.