Giovedi, 27 luglio 2017 - ORE:16:36

Difendersi dal racket è possibile


racket

Andiamo a scoprire quale sia il metodo migliore per difenderci dagli avvoltoi

Dal racket e dall’usura ci si può difendere. La Polizia ha messo a disposizione sul proprio sito, www.poliziadistato.it, una serie di consigli utili ai cittadini per evitare di cadere nella rete criminale.
Rapide procedure per i prestiti di denaro, spesso a interessi elevati o pesanti condizioni, vengono sconsigliate in ogni caso.

Le banche e le società finanziarie autorizzate sono le uniche che possono assicurare garanzie per il prestito. Anche in questo caso comunque, la Polizia consiglia di valutare molto accuratamente gli interessi richiesti dagli istituti di credito e di accertarsi che il costo finale del denaro preso in prestito non sia troppo elevato.
Bisogna inoltre leggere con attenzione tutte le clausole contrattuali quando il credito viene concesso. È importante accertarsi poi di tutti i dettagli del piano di rientro, nel caso in cui la banca richiedesse il rimborso del credito. Importante è anche accertarsi degli interessi richiesti sugli sconfinamenti di conto.

La Polizia ricorda poi che in nessun caso l’usuraio può presentare istanze di fallimento contro l’imprenditore che ha subito l’usura: infatti, sottolinea il sito internet nell’approfondimento dedicato al fenomeno, se viene accertato il reato, cadono anche tutte le condizioni del contratto che si è stipulato.

Un consorzio fidi o una fondazione antiusura sono invece le società a cui gli imprenditori dovrebbero rivolgersi quando le banche non sono in grado di sbloccare risorse. Cercare il sostegno di un’associazione di categoria o antiusura può aiutare a rimanere meno soli nell’affrontare il problema
Per quanto riguarda le finanziarie, nell’approfondimento diffuso sulle pagine web istituzionali la Polizia consiglia sempre di accertarsi che esse siano abilitate ad esercitare il credito, e soprattutto che le condizioni di prestito del denaro risultino sempre espressamente esplicitate nel contratto.

Il primo passo è sempre la denuncia

Se si è caduti nelle mani degli usurai, la Polizia consiglia sempre di denunciare, e di farlo al più presto possibile, per evitare di rimanere sempre più invischiati nel meccanismo del prestito.
Inoltre la Polizia raccomanda di raccogliere molti elementi di prova a sostegno della propria denuncia, perchè questa sia più incisiva e accertare il reato che si è subito sia più semplice.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 46 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.