Martedi, 12 dicembre 2017 - ORE:09:37

Dramma a Palermo: poliziotto spara al figlio e poi si uccide

poliziotto spara

poliziotto spara

Poliziotto spara al proprio figlio e poi si suicida, sconosciuti i motivi

Dramma familiare a Misilmeri, nel Palermitano. Un poliziotto di 38 anni pare che abbia sparato con la propria pistola d’ordinanza al figlio piccolo di 7 anni, e poi si sia suicidato poco dopo. Il bambino ha riportato gravissime ferite alla testa, è stato ricoverato d’urgenza presso una struttura ospedaliera vicino Palermo, ma le sue condizioni sono abbastanza gravi da ritenerlo in fin di vita.

Smartwatch free

Dopo un delicato intervento chirurgico alla testa per arrestare l’emorragia e rimuovere frammenti ossei dalla teca cranica, i medici sono stato alquanto freddi ed hanno espresso un giudizio piuttosto chiaro: «le condizioni del bambino sono disperate, molto difficile che si riprenda». Del proiettile nessuna traccia, si presupone che sia entrato e fuoriuscito dopo lo sparo.

Una tragedia scattata all’alba di venerdì 17

Una famiglia come tante. Ivan Irrera, così chiama il poliziotto autore di questo gesto incomprensibile. Viveva insieme al figlio, alla moglie e anche un altra figlia di 14 anni. Secondo un precisa ricostruzione, Ivan sarebbe rientrato a casa alle 6,30 di mattina dopo il turno con la squadra mobile per la sezione antirapine. In quel momento l’uomo sarebbe entrato nella camera del figlio e dopo aver impugnato la pistola gli avrebbe sparato. Dopo questo gesto si sarebbe tolto la vita anch’esso sparandosi alla tempia.

I primi soccorsi sarebbe arrivati dalla madre, svegliata per i colpi di pistola. La figlia maggiore non si trovava fortunatamente in casa. La famiglia sarebbe dovuta partire il giorno successivo per una comunione a Milano.

Perchè questo gesto folle?

Familiari ed amici non sanno veramente spiegarsi del perchè di questo gesto assurdo. Ivan aveva avuto problemi economici, ma ne stava gradualmente uscendo. Percui tutt’ora non si conoscono le cause di questa esecuzione.

Lutto per il corpo di Polizia

Il Questore di Palermo, Nicola Zito ha detto: «È ancora prematuro fare delle considerazioni su quanto accaduto. Si stanno conducendo gli accertamenti ed i nostri agenti sono sul posto della tragedia. Siamo vicini alla famiglia».



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 22 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.