Lunedi, 29 maggio 2017 - ORE:01:05

Grave tentativo di omicidio a Sperlinga


sperlinga

Il movente era una causa persa

Un duplice tentativo di omicidio è avvenuto stamane a Sperlinga, dove un uomo ha sparato con un fucile al fratello del vicesindaco del paese dell’Ennese, raggiunto nella sua abitazione. Poco dopo, sempre armato di fucile, l’aggressore ha raggiunto per strada pure il vice sindaco, Epifanio Emanuele, e ha sparato anche a lui ferendolo prima di andarsi a costituire dai carabinieri di Nicosia. All’origine dei tentativi di omicidio (così sarebbero stati derubricati dopo iniziali indagini) una causa persa dall’uomo che ha sparato.

L’uomo è già in carcere

A sparare è stato Santo Giovanni Di Bella, 60 anni, pensionato, ora rinchiuso nel carcere di Nicosia con l’accusa di duplice tentato omicidio aggravato. Dei due fratelli Emanuele feriti, Epifanio e Michele, quest’ultimo ha perso un occhio. A scatenare l’ira di Di Bella è stato il mancato riconoscimento, da parte del tribunale, della proprietà di un terreno di 10 mila metri quadrati ricevuto in eredità da un anziano zio degli Emanuele, come pagamento per l’assistenza che di Bella gli aveva garantito per diverso tempo. Dopo diversi anni trascorsi in Germania dove era emigrato, l’uomo qualche tempo fa era rientrato a Sperlinga.

Oggi, dopo avere tentato di sparare al vicesindaco, vicino alla scuola del piccolo centro, è andato nella proprietà di Michele Emanuele, l’ha colpito e poi, a bordo della sua auto, si è messo sulle tracce del fratello Epifanio, contro il quale ha fatto fuoco ma senza centrarlo. Infine, si è diretto a Nicosia e dopo aver parcheggiato l’auto, imbracciando il fucile, si è avviato a piedi verso la caserma dei carabinieri, percorrendo circa un chilometro, per costituirsi. Ma i carabinieri lo hanno intercettato prima dell’arrivo in caserma.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 17 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.