Giovedi, 22 giugno 2017 - ORE:01:55

I No Tav tornano in corteo a manifestare


TORINO – Il vento non cessa di fischiare in Val di Susa. Il corteo marcia vociante sotto la pioggia e reca in testa striscioni diretti contro la il Procuratore della Repubblica Ceselli, a fronte dei recenti arresti che hanno coinvolto ben 36 manifestanti No Tav nei giorni scorsi. Un’ “operazione di geometrica potenza” aveva commentato il comico genovese Beppe Grillo, portavoce del Movimento 5 Stelle Piemonte, da sempre schierato da parte degli attivisti. Una frase usata dal comico per criticare gli attuali 26 arresti dei manifestanti ad opera del governo e per provocare i lettori. Molto più precisamente, se vogliamo fare un excursus storico, si tratta di una frase citata dal leader storico di Potere Operaio Franco Piperno, dopo l’agguato di via Fani, per indicare un momento di estrema difficoltà; infatti Aldo Moro era stato rapito ed avevano perso la vita cinque agenti. Gli arresti di cui parla grillo attualmente sono avvenuti in tutta Italia, “Perquisiti tre centri sociali. – scrive Grillo – Il ripristino della legalità è avvenuto in Val Susa, oltre a Asti, Biella, Cremona, Milano, Torino, Trento, Palermo, Roma, Padova, Genova, Pistoia, Macerata, Bergamo, Parma e Modena. Persino in Francia con un arresto internazionale”.

Il movimento no tav quindi è tornato a manifestare con carriole e i resti di macerie, con filo spinato e lacrimogeni, simboli degli scontri della scorsa estate a Chiomonte . La protesta non si ferma quindi, come garantisce il leader del movimento Alberto Perino: “noi aspettavamo questo blitz – afferma – è stato fatto per due motivi ben precisi. Uno: per dare all’Italia un messaggio sbagliato, ma volutamente sbagliato in cui si fa credere alla gente che il movimento No Tav non è più un movimento popolare, ma è un movimento inquinato da un sacco di antagonisti di tutta Italia, non a caso hanno arrestato due persone della valle e tutti gli altri in giro per l’Italia. Ma soprattutto questo messaggio è stato fatto qui dove oggi, ora, per dare un segnale fortissimo a tutti quelli che in questo momento stanno cercando di alzare la testa contro il Governo Monti e contro le porcate di Monti, per dire: << Cari signori state calmi, tranquilli, fatevi tosare in assoluto silenzio, perché chi si permette di contestare verrà sbattuto in galera >>. ”

Durante il corteo è stato poi detto che “Nonostante la pioggia, ancora una volta siamo tantissimi. Lo diciamo al Procuratore antimafia che si è schierato dalla parte dei mafiosi e ha incarcerato 32 di noi”, un numero diverso da quello che risulta dall’inchiesta (26 – fonte ANSA). “Li vogliamo liberi, liberi tutti, liberi subito”.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 59 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.