Lunedi, 11 dicembre 2017 - ORE:08:35

Morte Giuseppe Nava, fu omicidio colposo


giuseppe nava

Smartwatch free

Si trattò di omicidio colposo

Finalmente è arrivata la sentenza per la morte di Giuseppe Nava, l’operaio 44 enne morto annegato circa 3 anni fa in un pozzetto largo non più di mezzo metro ma profondo oltre 30 metri e stracolmo di acqua.

La tragedia, dunque, non fu causata da una terribile coincidenza. Questa morte così violenta avvenne nel cantiere i Porta Nuova e, la causa principale, vu la grave negligenza con cui vennero ignorate tutte le più basilari forme di sicurezza.

La vittima era un operaio esperto, s’infilò nel buco di aerazione e vi cadde all’interno poiché, almeno nelle supposizioni, il pannello di legno avrebbe dovuto tutelarlo dalla caduta. Invece le cose non sono andate così.

Il caposquadra della Varese Impianti srl esecutrice dei lavori, quel giorno, durante l’intervallo per il pranzo, Non aveva fatto altro che rinnovare la copertura con del semplice polistirolo, in più, senza neanche accendere la luce per sistemarlo, quantomeno, nel migliore dei modi.
Nava non aveva potuto accorgersi la differenza.

Ora, dopo tre anni, quattro persone sono state processate per omicidio colposo e condannate a una pena intorno all’anno di reclusione.
La moglie e i due figli dell’operaio, nel frattempo, sono già stati risarciti dalle assicurazioni.
Ovviamente il risarcimento economico non restituirà alla sua famiglia un uomo che è morto lavorando.
La sicurezza nel mondo del lavoro, soprattutto in Italia, sembra un terreno minato.

Ogni giorno possiamo assistere alle cosiddette “Morti Bianche”. Questa tragedia continua dovrà perpetrarsi ancora a lungo? O, finalmente, andare a lavorare in un cantiere non sarà più come andare in guerra?



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 1 minute, 59 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.