Martedi, 24 ottobre 2017 - ORE:11:46

Muore per un tatuaggio, ecco cosa è accaduto a Federica Iammatteo


Federica Iammatteo

Smartwatch free

L’ultimo tatuaggio potrebbe esserle stato fatale. Federica Iammatteo, una ragazza di 23 anni,  è morta dopo essersi fatta un disegno sulla pelle. «Era piena di energia, sportiva», ricorda suo padre Agostino che non riesce a capacitarsi di quello che è successo. «Di certo – continua – quando siamo arrivati in ospedale lei era intubata e i medici non hanno nascosto la gravità della situazione». Adesso si ripercorrono le ultime quarantott’ore della giovane, per risolvere il giallo di una morte assurda che ha fatto scattare un’inchiesta per omicidio colposo contro ignoti.

Il decesso è stato causato da uno choc settico

La morte è avvenuta per choc settico alle tre di sabato mattina. Il pm Vittoria Mazza ha già disposto l’autopsia. Giovedì pomeriggio Federica era andata a farsi tatuare la spalla destra nel solito centro, dove aveva già fatto altri tatuaggi. Venerdì mattina, però Federica non si è sentita bene. Aveva freddo e formicolii alle dita delle mani e dei piedi. Lo ha confidato a un’amica per telefono. «Mi sento come se avessi addosso la febbre». È quindi andata all’ospedale San Giuseppe, dove il suo stato clinico (una improvvisa emorragia inarrestabile) è apparso subito grave: è stata trasferita al Policlinico. «Quando siamo arrivati in ospedale – ricorda Agostino Iammatteo – lei era intubata. Non potevo vederla in quello stato».

Una donna sportiva

«Era piena di energia, sportiva», ricorda suo padre Agostino che non riesce a capacitarsi di quello che è successo. «Di certo – continua – quando siamo arrivati in ospedale lei era intubata e i medici non hanno nascosto la gravità della situazione». Adesso si ripercorrono le ultime quarantott’ore della giovane, per risolvere il giallo di una morte assurda che ha fatto scattare un’inchiesta per omicidio colposo contro ignoti. La morte è avvenuta per choc settico alle tre di sabato mattina. Il pm Vittoria Mazza ha già disposto l’autopsia.

Giovedì pomeriggio Federica era andata a farsi tatuare la spalla destra nel solito centro, dove aveva già fatto altri tatuaggi. Venerdì mattina, però Federica non si è sentita bene. Aveva freddo e formicolii alle dita delle mani e dei piedi. Lo ha confidato a un’amica per telefono. «Mi sento come se avessi addosso la febbre». È quindi andata all’ospedale San Giuseppe, dove il suo stato clinico (una improvvisa emorragia inarrestabile) è apparso subito grave: è stata trasferita al Policlinico. «Quando siamo arrivati in ospedale – ricorda Agostino Iammatteo – lei era intubata. Non potevo vederla in quello stato».

Ora si attendono i risultati dell’autopsia

Sarà adesso l’autopsia a chiarire se Federica sia morta, come si suppone, per uno choc settico dovuto al tatuaggio. Si sta poi cercando di appurare a quali esami sia stata sottoposta al San Giuseppe, qualora sia stato eseguito un accertamento diagnostico anche con l’uso di mezzi di contrasto: gli investigatori intendono verificare se la giovane sia stata allergica magari a questi liquidi. «Non si può morire così, a soli 23 anni. Vogliamo sapere e faremo fare una nostra perizia» è lo sfogo del padre della ragazza. Sarà adesso l’autopsia a chiarire se Federica sia morta, come si suppone, per uno choc settico dovuto al tatuaggio. Si sta poi cercando di appurare a quali esami sia stata sottoposta al San Giuseppe, qualora sia stato eseguito un accertamento diagnostico anche con l’uso di mezzi di contrasto: gli investigatori intendono verificare se la giovane sia stata allergica magari a questi liquidi. «Non si può morire così, a soli 23 anni. Vogliamo sapere e faremo fare una nostra perizia» è lo sfogo del padre della ragazza.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 3 minutes, 37 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.