Domenica, 22 gennaio 2017 - ORE:13:10

Sono molti i beni confiscati alla Mafia


mafia

Mafia e Camorra, le confische continuano senza tregua

Ottimo lavoro per quanto concerne le operazioni di confisca dei beni alla Mafia quello apportato al clan Belforte di Napoli a Barile. I beni erano intestati a un prestanome della cosca. Gli investigatori l’hanno stanato e sequestrato la settimana scorsa grazie alle rivelazioni di un pentito. Anche il clan Licciardi di Secondigliano aveva puntato ad investire nel mercato immobiliare. Nel 2008 la Squadra mobile di Napoli sequestrò importanti immobili in Basilicata.

Ancora camorra: a Venosa il clan Terracciano di Napoli, stando a quanto riportato dal capo della Procura antimafia di Firenze Giuseppe Quattrocchi che ha coordinato lo scorso anno un’operazione antiriciclaggio tra Toscana, Lazio e Basilicata, aveva acquistato sette terreni per aprire un maneggio per cavalli. Dalla provincia di Caserta, invece, avevano investito nel carburante. Nel 2007 la Guardia di finanza di Napoli ha sequestrato anche in Basilicata alcuni distributori di carburante riconducibili, secondo l’accusa, a un imprenditore molto vicino alla camorra.

I sigilli della Dia di Padova, nel 2002, celano i battenti a un hotel a Venosa. In quell’attività, secondo la Procura antimafia di Venezia, erano stati riciclati i proventi della droga di un cartello pugliese: i Mangione-Matera. Venosa, inoltre, secondo l’accusa, era uno snodo importante per l’asse che si era creato tra i clan pugliesi, la mala del Brenta e la mafia albanese.

La ’ndrangheta, neanche a dirlo, non può mancare. Secondo gli investigatori, negli ultimi dieci anni, sono stati molti gli investimenti avvenuti in Basilicata. Il 3 settembre del 2011 200 finanzieri del Gico coordinati dalla Procura antimafia di Roma sequestrano 40milioni di euro al clan Muto. Un insospettabile investiva per conto dei calabresi tra Roma, la Toscana e la Basilicata.



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 4 seconds
Scrivi la tua opinione


  • Ti potrebbe interessare

  • Link che ci piacciono

    Copy to clipboard Update my DFP setup
  • Leggi qui

  • Consigliato

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.