Martedi, 23 maggio 2017 - ORE:20:58

La Campania è sempre più povera


campania

La Campania è povera

Decisamente interessante il dossier realizzato dalla Caritas sulla povertà in Campania. I dati in questione arrivano da esperienze registrate all’interno di 37 centri di ascolto sparsi su tutto il territorio regionale. Il numero delle persone povere è praticamente raddoppiato dal 2008 fino ad oggi.
E il balzo più pesante si è registrato nel 2011. Una crescita che va da 4.712 fino ad arrivare a 8.504.

“Il 22,4 per cento delle famiglie campane vive in condizioni di povertà relativa, con una spesa media mensile pari o inferiore ai mille euro”.

I dati Istat non sono più confortanti

Come se non bastasse, poi, sono ancora più gravi i dati che l’Istat propone nel suo ultimo rapporto sui redditi. Appare evidente, infatti, che la ricchezza pro-capite nel Mezzogiorno è del tutto arenata a quota 13.400 euro.
Di un quarto inferiore alla media nazionale. Media che, in questo caso, si aggira intorno ai 18.000 euro.

Al momento la Campania è la regione più giovane d’Italia ma, con questa mancanza di lavoro, si prevede che per il 2050 diventerà, al contrario, la più vecchia.

Tasso di disoccupazione giovanile alle stelle

La percentuale di disoccupazione giovanile rimane, ancora, la più alta d’Italia con il 44%. I giovani che non lavorano, non studiano e non sono neanche più in fase formativa raggiunge il 38,8%.

Questo rende evidente che, per i giovani napoletani, non vi è alcuna possibilità di diventare autonomi, avere un lavoro e crearsi una famiglia.

I dirigenti della Regione, però, sembrano esclusi da questi dati

Eppure questi numeri non riguardano la totalità delle persone presenti in Campania. Basti pensare, infatti, alle retribuzioni indirizzate ai dirigenti della Regione Campania.

Dati che, appena qualche giorno fa, sono stati espressi dall’Istat.
Sono diverse decine, infatti, i dirigenti con uno stipendio tabellare da 43.000 euro. Una retribuzione di posizione che, poi, oscilla tra i 37.000 e i 58.000 euro; con punte che, in molti casi, raggiungono una quota pari a 94.000 euro e oltre.
In base a queste informazioni, Palazzo Santa Lucia ha comunicato una sola frase:

“Sono molto più bassi rispetto all’amministrazione Bassolino”.
Perfetto, c’è di che stare tranquilli allora….



Fate sempre attenzione! di ldgsocial
Pubblicato da:
Tempo stimato di lettura: 2 minutes, 35 seconds
Scrivi la tua opinione
  • Leggi qui

Eccetto dove diversamente indicato, i contenuti di Studionews24 sono rilasciati sotto Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 3.0 Italia License. Tutti i contenuti di Studionews24 possono quindi essere utilizzati a patto di citare sempre studionews24.com come fonte ed inserire un link o un collegamento visibile a www.studionews24.com oppure alla pagina dell'articolo. In nessun caso i contenuti di Studionews24.com possono essere utilizzati per scopi commerciali. Eventuali permessi ulteriori relativi all'utilizzo dei contenuti pubblicati possono essere richiesti a info@studionews24.com.